Green and the city: il progetto Treepedia

Nel dicembre 2016 un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology dà alla luce il progetto Treepedia. In cosa consiste? In una serie di mappe interattive che ci mostrano dall’alto quanto green sono alcune città in giro per il mondo.

Novità dal sapore tecnologico

L’hanno fatto sfruttando Google Street View… su, chi di voi non ha mai controllato di essere stato immortalato sul cancello di casa? In questo caso però la Google Car ha fatto la sua buona azione permettendo ai ricercatori del MIT di mappare le volte verdi che costeggiano viali e giardini delle nostre città. Ne nasce una nuova unità di misura, il Green View Index, che concede un piccolo omaggio dal sapore sostenibile all’omino di Street View.

100% verde: provare per credere

Treepedia è un progetto serio: il verde calcolato è al netto dei grandi parchi cittadini. Questo perché scegliendo Street View, e non le immagini via satellite, si è voluto mettersi nei panni del pedone e del ciclista, che percorrono quelle strade e traggono giovamento da una città il più possibile verde e vivibile. In ogni suo spazio. Non solo quelli pensati per essere parchi.

Un progetto lungimirante

Sì perché l’obiettivo è quello di continuare a includere quante più città possibile nel Green View Index, e permettere a chi visita il sito di fare anche dei confronti fra l’una e l’altra. La presentazione peraltro è molto accattivante, con i centri cittadini raffigurati come dei mini mondi più o meno “verdizzati”. Oltre all’indice poi, si riesce a colpo d’occhio a vedere anche la densità della popolazione, una cosa che influisce non poco sulla quantità di alberi in città.  Ad esempio, se ci immaginiamo la Parigi dagli ampi viali alberati, scopriamo qui invece che la densità è la più alta tra le città finora mappate, e l’indice di verde il più basso. Cose inaspettate.

Alle origini del progetto

Ad ispirare i ricercatori del MIT c’è il lavoro del Forum Economico Mondiale, e in particolare dell’iniziativa del Global Agenda Council on the Future of Cities: lo scopo di queste organizzazioni è di raccogliere e affidare alle mani delle persone ogni soluzione utile per risolvere i grandi problemi causati dall’urbanizzazione, con un occhio di riguardo alla tecnologia.

Insomma si spera che Treepedia possa fare da incentivo alle amministrazioni per rendere i centri abitati più respirabili e offrire un po’ di sollievo dal traffico e dalle bolle di calore estive.

Quanto a noi, alcune di queste città come Parigi, Londra, Amsterdam, GinevraOsloNew York e Cape Town sono nostre mete in bicicletta. Non possiamo che esserne felici!

Vai sul sito di Treepedia per navigare un po’ tra i mondi in miniatura!

Lascia un commento