Quali sono le città più Bike Friendly al mondo?

Dal 2011 ogni 2 anni viene pubblicata una classifica, o meglio una Top 20, delle città più amiche della bicicletta in giro per il mondo.

Il Copenhagenize Index

A scegliere i contendenti e a pubblicare il Copenhagenize Index è la Copenhagenize Design Company, società che dà consulenza a enti pubblici e privati in fatto di bici. Che sia una città intera, un quartiere o una singola via, i tecnici progettano gli spazi insieme alle parti locali per fare della pedalata urbana un’esperienza semplice e gratificante per tutti. 

È così che nel 2011 è nata l’idea di dare un po’ di voti alle città stilando una classifica ad uso interno. Ma la potenziale eco mediatica di questo studio ha fatto sì che i dati fossero pubblicati. E la cosa, visto l’entusiasmo, paga.

Ma come vengono scelte le città?

Di norma si prendono città più o meno grandi in giro per il mondo (sopra i 600.000 abitanti) che quelli della CDC sanno essere già bike friendly, per motivi di lavoro o per segnalazioni di terzi. Città più piccole, come Lubiana e Malmö, vengono prese in esame perché rappresentative di una zona geografica o perché gli sforzi fatti verso politiche ciclabili sono davvero grandi. Dalle 80 città del 2011 siamo ormai alle 136 del 2017, anno di pubblicazione dell’ultimo Index.

E come vengono valutate?

Quasi come dei Comandamenti, ognuno dei 14 criteri di valutazione prevede un punteggio da 0 a 4: coinvolgimento dei gruppi di pressione nelle politiche ciclabili, cultura della bici, servizi dedicati, infrastrutture ciclabili, bike sharing, gender, percentuale di spostamenti in bici e crescita dal 2006, percezione della sicurezza, politiche, accettazione sociale, pianificazione urbana, politiche per la diminuzione del traffico, incentivi alle cargo bikes.

2017: chi ha vinto?

Al primo posto si conferma Copenaghen, cosa che, va detta, non ha nulla a che fare con il nome dell’Index. Da un paio di edizioni la capitale danese ha surclassato addirittura Amsterdam, da sempre regina della bici.

Olanda che però piazza 2 assi appena dopo: Utrecht in seconda posizione e la capitale in terza… e fin qui il gruppo di testa sembra abbastanza irraggiungibile.

Il grosso degli inseguitori vede per lo più la vecchia Europa dominare, con l’exploit al nono posto di Tokyo, perché, dicono, la percentuale di chi si sposta in bici ogni giorno verso le stazioni di treni  e metro è minimo minimo del 15%.

Abbiamo acceso un po’ la tua curiosità? Per provare a pedalare qualcuna di queste città dai un’occhiata su Girolibero.it, potresti trovare la vacanza che fa per te!

Lascia un commento