Come raccontare il tuo viaggio con Instagram

Sei in partenza, con te hai la tua fedele macchina fotografica ma anche il tuo smartphone. Hai istallato Instagram, ce l’hai lì da un po’ ma non l’hai mai usata oppure la usi ma non ti convince il risultato quando condividi una foto.

Ecco allora qualche consiglio per migliorare le tue foto e raccontare il tuo prossimo viaggio anche su Instagram. E magari vincere il concorso Zeppelin che ti invita a fotografare gli accompagnatori nei tour in gruppo mentre indossano i capi Columbia Sportswear, o quello Girolibero in collaborazione con Selle Royal.

Ecco qualche consiglio per iniziare a raccontare il tuo viaggio con Instagram

1. Attiva la funzione griglia nel tuo smartphone

Attivare la griglia ti permette di controllare se il tuo scatto è dritto, e di costruire la composizione della tua foto anche rispettando la regola dei terzi. Cos’è la regola dei terzi? In pratica la griglia ti divide l’immagine in terzi, vedi? Inserire il soggetto della foto in uno dei punti di intersezione delle linee della griglia rende la foto meno piatta e banale.

2. Pulisci la fotocamera

Sembra scontato ma non lo è, e tra borse, zaini, tasche e mani il nostro smartphone si sporca molto frequentemente. Basta una ditata sulla fotocamera per compromettere uno scatto che poteva essere perfetto! Quindi controlla sempre che sia pulita.

3. Usa la luce naturale

La luce naturale è il miglior filtro che tu possa applicare alle tue foto. Usala il più possibile.

4. Se scatti in notturna usa un gorillapod o un piccolo cavalletto

Se ne trovano anche di economici e cambieranno davvero i tuoi scatti in notturna: da una marea di linee indefinite a uno scatto nitido. Puoi scegliere l’impostazione scatto notturno nel tuo smartphone, aspettare il tempo necessario e voilà, niente più foto mosse di notte!

5. Filtri o non filtri?

In generale usare i filtri su Instagram in modo massiccio rischia di peggiorare la tua foto e di rovinarla: non usare quindi quelli di default, ma calibra se vuoi luminosità, contrasto e un pizzico di saturazione manualmente, direttamente da Instagram dalle opzioni di modifica. Oppure sistema le tue foto usando delle app di post-produzione: alcune sono gratuite e molto professionali come Snap Seed, VSCO e a Color Story, disponibili sia per IOS che per Android.

6. Didascalie e hasthag

Ora che hai la foto è il momento di pensare alla didascalia: mettila sempre. È vero, Instagram è un social prevalentemente visivo ma il testo è uno strumento efficace per raccontare di più, per trasmettere le tue emozioni e per far trovare le tue foto: mostra anche a parole il tuo viaggio, quello che provi, quello che vedi, come ti senti, se ti stai divertendo, cosa ti ha colpito in quella foto e quindi te l’ha fatta scattare e pubblicare.

E per gli hashtag? Puoi usarne al massimo 30 e servono per far trovare la tua foto e mostrarla a quante più persone possibili. Usa l’hashtag proposto dall’ente turismo del paese che stai visitando, cerca degli hashtag a tema viaggio, inserisci quelli promossi dal tour operator con cui viaggi ( nel caso di Girolibero sono #nicepeoplelovecycling e #girolibero, mentre per  Zeppelin #zeppelinviaggi, #altroviaggiare e #happytobehere), usa quelli legati ad attività specifiche (come ad esempio #ZeppelinColumbia se fotografi l’accompagnatore Zeppelin con l’abbigliamento tecnico Columbia per partecipare al concorso Instagram o #selleroyal, per le foto in cui compare la tua migliore supporter in viaggio, la sella). Puoi prendere ispirazione da quelli usati da travel blogger: cliccane uno, guarda le foto e valuta se fa al caso tuo.

7. Trova il tuo stile

Ci hai preso gusto e stai pensando di usare per bene Instagram e pubblicare costantemente? Lavora sul trovare un tuo stile: un colore predominante, un qualcosa che ti renda riconoscibile, lo stesso tipo di post-produzione in tutte le foto… Naviga usando la lente di ricerca, guarda le foto che ti vengono mostrate e salvatele (usando la linguetta che vedi sulla destra sotto la foto) e poi guardale nell’insieme: cosa ti piace delle foto che ti sei segnato? Cosa ti colpisce? Che colori hanno? In questo modo puoi capire i tuoi gusti e iniziare a pensare al tuo stile.

Guarda ad esempio queste gallery Instagram, che hanno uno stile uniforme e ben riconoscibile, con elementi di colori ricorrenti (il rosso e il verde, l’arancione..)

8. E le stories?

Le stories le guardi e le carichi in quei tondini in alto che vedi quando entri su Instagram: possono essere foto, piccoli video di massimo 30 secondi o dirette video oppure sfondi con testo, gif animate, hasthtag, sondaggi… puoi sbizzarrirti. Qui sono accettate anche foto non perfette, ma ricorda che il formato è sempre verticale. La cosa più efficace per imparare a usarle è provare. Puoi anche fare dei piccoli video in cui racconti il tuo viaggio, in spezzoni di 30 secondi e caricandoli uno dopo l’altro, oppure aggirare il limite usando un’app, Limitless Stories. Durano solo 24 ore, dopodiché non possono più essere viste a meno che tu non le metta in evidenza. Le stories in evidenza compaiono nei tondini tra la bio e le tue foto, e per vederle basta cliccare.

Se viaggi con noi ricordati di taggarci (@zeppelinviaggi e @girolibero) così possiamo condividerle anche nelle nostre stories Instagram.

9. Partecipa a contest e challenge a tema su Instagram tutto l’anno

Cerchi idee su cosa pubblicare per raccontare i tuoi viaggi e non solo? Ci sono molti challenge tematici su Instagram, che spesso propongono un argomento giornaliero e un hashtag da usare: sono un ottimo modo per esercitarsi, per trovare nuovi temi, per avere un motivo per pubblicare qualcosa ogni giorno, con il proprio stile, in modo da arrivare al prossimo viaggio preparati ed allenati.

10. divertiti

Prova e riprova, racconta, mettici del tuo e divertiti. In fondo sei in vacanza no?!

Lascia un commento