Consigli per sopravvivere alla fine delle vacanze

Lo sappiamo, è dura. Ieri eri in riva al mare, stavi scalando montagne, esplorando templi o stringendo mani che fino a qualche giorno prima appartenevano a uno sconosciuto mentre ora ti sembra di conoscerle da sempre. E oggi sei seduto sul letto pensando alle lavatrici da fare, all’ufficio che ti aspetta, alla solita routine che riparte, al traffico che sicuramente troverai nei prossimi giorni…

Qui in ufficio c’è chi piange ogni volta che deve andare in aeroporto per tornare, quindi tranquillo, sappiamo come ti senti. E proprio per questo abbiamo approntato un piccolo manuale di sopravvivenza alla fine delle vacanze. Provalo anche tu e facci sapere se ti senti meglio!

I nostri consigli per sopravvivere alla fine delle vacanze

1) Ricordati che è una situazione temporanea

Ti ricordi l’emozione che hai provato quando hai iniziato a pensare al prossimo viaggio, quando hai prenotato, poi hai preparato la valigia e infine sei partito? Quel misto di eccitazione, un po’ di agitazione perché non sai cosa ti aspetterà nelle prossime settimane? Ha un nome: Resfeber. Una parola svedese che significa letteralmente ” quel sussulto del cuore nel momento esatto in cui prenoti i biglietti aerei”. Una sensazione così bella che non potresti provare se non ci fosse un ritorno, una fine delle vacanze, e poi un nuovo viaggio!

2) Sistema le foto

Può sembrare un gesto un po’ “masochistico” ma ti assicuriamo che non è così: riguardare le foto ti aiuterà a ripensare al tuo viaggio, a vedere quante cose hai fatto e visitato in quei giorni, a ricordarti quanto stavi bene o quanto ti sei rilassato. Scegline qualcuna da stampare, da poter appendere al muro vicino alla scrivania in ufficio per esempio, oppure trasformale in calamite così ogni volta che aprirai il frigo ti ricorderai dei tuoi viaggi. Mandane qualcuna via email ai tuoi compagni di viaggio, così  avrai ancora la sensazione di essere ancora insieme, spensierati e alla conquista del mondo.

3) Organizza i prossimi weekend e qualche aperitivo

L’estate non è finita, quindi sfrutta tutte le occasioni: organizza qualche aperitivo con gli amici appena rientrati, così potrete raccontarvi i viaggi fatti, e programma i prossimi weekend fuori porta. Cerca le mostre in programma, qualche evento, guarda le nostre one day o semplicemente o trascorri una giornata in piscina o al mare. In questo modo sentirai meno gli effetti del rientro perché avrai tanti piccoli “viaggi” in programma a breve e trascorrere bene le ultime settimane di estate.

4) Prenditi del tempo per te

Vai a fare una passeggiata alla sera, svegliati 5 minuti prima per leggere qualche pagina di un libro, magari scelto grazie alle nostre Personal Book Shopper, mentre fai colazione (perché stai facendo colazione vero?! Non saltarla!), dedica 10 minuti allo yoga se lo fai, vai a mangiare nel tuo ristorante preferito, mettiti lo smalto, vai da un barbiere a farti radere come una volta. Sono tante piccole cose che ognuno di noi fa per sentire meno la nostalgia del viaggio. Quali sono le tue?

5) scrivi il racconto del tuo viaggio

Metti nero su bianco ricordi e emozioni, consigli utili per altri viaggiatori, cose che ti sono piaciute davvero tanto e che non vuoi dimenticare. Così tra qualche anno potrai rileggerlo e riviverlo di nuovo. Qui trovi qualche ispirazione.

5) Fai sport, ma con calma

Ricomincia lentamente a fare un po’ di sport: vai a correre, vai a lavorare in bici, scarica un’app per la meditazione guidata, riprendi la palestra ma solo per una volta alla settimana, vai a nuotare oppure a qualche serata del ballo che pratichi solitamente. Ripartirai un po’ alla volta e non ti sentirai subito sopraffatto dalla sedentarietà.

6) Cucina

Stai ancora sognando quei dolci deliziosi assaggiati in Portogallo, i piatti tipici della cucina cinese e quelle polpette indiane che sì, erano piccantine ma buonissime? Cerca online la ricetta e mettiti ai fornelli: cucinare è un ottimo modo per rilassarsi, e provare a preparare i cibi assaggiati in vacanza ti ricorderà il viaggio con il  vantaggio che stavolta potrai condividere questa delizia anche con chi era rimasto a casa.

7) Inizia a pensare al prossimo viaggio

Per non farti prendere dall’ansia del cosa farai a Capodanno programmalo già ora! Inizia a pensare a dove ti piacerebbe andare, e poi magari aggiungici anche un weekend lungo autunnale tra ottobre e novembre, o per l’8 dicembre… l’idea di avere un altro viaggio che ti aspetta tra qualche settimana è la miglior cura che conosciamo per la tristezza che ci coglie quando le vacanze finiscono. Provare per credere!

Lascia un commento