Perché viaggiare? Dicci la tua.

“Eh ma sei sempre in giro!”“Ma come, parti di nuovo?!” 

Anche tu hai degli amici che quando ti vedono partire per l’ennesima volta si stupiscono, e ti chiedono se non hai già viaggiato abbastanza? E si domandano da dove ti venga tutta questa voglia di viaggiare? Per chi non vede l’ora di fare la valigia, la risposta al “perché viaggiare?” sembra un po’ scontata. Ma non è così.

Ognuno di noi parte per un motivo diverso, che magari cambia da viaggio a viaggio. Si parte per curiosità, perché ci fa stare bene, perché ci sentiamo felici, per provare un’esperienza nuova, per immergersi in suoni e parole che non capiamo e in sapori che ci affaticano la lingua, ma che poi vorremmo ritrovare a casa.

Ognuno di noi ha una risposta a questa domanda. Ecco quelle di alcuni celebri viaggiatori, pensatori, scrittori e santi. E la tua qual è?

Perché viaggiare?

La risposta della scrittrice e vincitrice del Pulitzer Annie Dillard è:

Lo scopo di andare in un posto come il rio Napo in Ecuador non è vedere uno spettacolo straordinario. È semplicemente vedere che cosa c’è. Siamo su questo pianeta una volta sola, e tanto vale farsene un’idea.

Annie Dillard

Per lo psichiatra Ari Kiev, specializzato nel supportare le persone a raggiungere i propri obiettivi:

 

Il modo migliore per cercare di capire il mondo è vederlo dal maggior numero possibile di angolazioni.

Ari Kiev

E chi meglio di Tiziano Terzani, giornalista, scrittore e grande viaggiatore, può dire la sua sul tema?

Il senso della ricerca sta nel cammino fatto e non nella meta; il fine del viaggiare è il viaggiare stesso e non l’arrivare

Tiziano Terzani

Anche Sant’Agostino aveva la sua opinione:

Il mondo è un libro, e chi non viaggia legge solo una pagina

Sant’Agostino

Tennessee Williams, drammaturgo, scrittore, sceneggiatore e poeta statunitense, autore di un Tram chiamato desiderio scrisse:

Viaggia. Cerca di farlo. Non esiste altro.

Tennessee Williams

John Steinbeck, uno dei più famosi autori statunitensi e vincitore del Premio Nobel, vanta anche una delle citazioni più celebri sul tema:

Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone.

John Steinbeck

E ancora Lin Yutang, scrittore e traduttore cinese:

Non ci si rende conto quanto sia bello viaggiare, finche non si torna a casa e si posa la testa sul vecchio, caro, cuscino.

Lin Yutang

Uno dei 18 principi della felicità del Dalai Lama è:

Almeno una volta all’anno, vai in un posto dove non sei mai stato prima

Dalai Lama

Infine il filosofo Alain de Botton:

Il senso del viaggio è andare in luoghi che possono aiutarci nel nostro sviluppo interiore. Il viaggio esteriore dovrebbe assisterci in quello interiore.

Alain de Botton

Non c’è alcun luogo dove andare se non ovunque, quindi continuare a viaggiare sotto le stelle

E tu, perché viaggi? Cosa ti spinge a raggiungere una nuova meta, cosa ti fa fremere di felicità ogni volta che prenoti una nuova partenza? Scrivilo nei commenti!

E se anche tu come noi non vedi l’ora di ripartire ecco i prossimi viaggi per i ponti di primavera e le prime vacanze in bici della stagione.

 

Lascia un commento