Islanda: viaggio tra Golden Circle e Ring Road

L’Islanda è una terra magica e variegata, patria di leggende popolate da troll e folletti ospita cascate da togliere il fiato, ghiacciai e geyser. Se state pensando di regalarvi un viaggio in Islanda siete nel posto giusto, vediamo insieme quale sia l’itinerario migliore.

Le tappe imperdibili in un viaggio in Islanda

Innanzitutto ci sono due parti di Islanda con cui familiarizzare: il Golden Circle e la Ring Road.

Il Golden Circle è il così detto triangolo d’oro, una delle attrattive turistiche più importanti dell’isola, un anello di circa 300 chilometri che parte da Reykjavik e ritorna a Reykjavik, la capitale e raggiunge alcune delle meraviglie naturali più belle di Islanda.

Le tappe più importanti del circolo doro che possono essere visitate in giornata partendo da Reykjavik sono: Þingvellir, Gulfoss, e Geysir.

  • Þingvellir è il sito storico più importante del paese, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, qui è dove si incontrano due importanti zolle tettoniche, quella Euro-Asiatica e Nord-Americana e dove si riunii per la prima volta il parlamento.
  • Gulfoss, una straordinaria cascata famosa per la sua bellezza (tanto da essere appellata cascata d’oro) e le imponenti dimensioni.
  • Geysir. Qui si può assistere al raro fenomeno dei geyser come suggerisce appunto il nome del sito.

Il modo miglior per visitare il circolo d’oro è con un un auto o un van. Solitamente questa è la prima tappa che si fa in Islanda per poi proseguire sulla Ring Road, la famosa strada che corre lungo tutta la costa islandese, un vero e proprio percorso ad anello che è possibile visitare se si hanno almeno dieci giorni. Di seguito vi indichiamo quelle che sono, secondo noi, le tappe da non perdere.

Lungo la Ring Road in Islanda

Vik

Sulla spiaggia nera vulcanica di Vik abbiamo avuto il nostro primo incontro con le pulcinelle di mare. Tenete presente che la zona di Vik è la più piovosa di tutta l’Islanda quindi nel vostro itinerario considerate di stare qui almeno una notte per poter avere più chances di trovare un tempo quanto meno accettabile.

Skogafoss

La cascata di Skogafoss contende a Gulfoss il primato di cascata più bella di tutta l’Islanda sopratutto grazie alla facilità con cui si avvistano spesso arcobaleni nelle sue vicinanze.

Jokulsarlon

Il più grande lago ghiacciato di Islanda ed è un vero spettacolo in quanto dà la possibilità di avvistare numerosi iceberg. Da non perdere poco lontano anche il ghiacciaio Vatnajökull.

Lago Myvatn

Questa zona merita una visita soprattutto per le bellezze dei dintorni, in particolare non perdetevi Hverir e le sue incredibili formazioni rocciose che rendono il paesaggio surreale e la caldera del vulcano Krafla

Husavik

Questa cittadina è il punto ideale per avvistare le balene. Troverete numerose agenzie pronte ad offrirvi una giornata  di avvistamenti appena arriverete in città, fidatevi è un’esperienza straordinaria.

Blue Lagoon

Il modo ideale per dire arrivederci all’Islanda è quello di immergersi nelle calde e rilassanti acque di questa splendida piscina termale a metà strada tra la capitale e l’aeroporto.

Per quanto riguarda l’organizzazione della valigia vi consigliamo di stare attenti all’abbigliamento che porterete con voi. Noi siamo partiti a luglio e abbiamo comunque messo in valigia abiti pesanti e intimo termico. Indispensabile avere con sé un impermeabile visto che il tempo in Islanda cambia spesso, anche varie volte nella stessa giornata.

Allora, siete pronti per partire per l’Islanda? Iniziate già ora a pensare al vostro prossimo viaggio estivo, magari proprio con gli itinerari di Zeppelin.

Lascia un commento