Viaggio a Malta: l’arcipelago, la storia e la cucina maltese

Malta: un piccolo arcipelago a due passi da casa che vi conquisterà con la sua vivacità, i colori caldi, la natura accogliente e la storia appassionante. Un viaggio a Malta è la meta ideale per gli amanti del trekking, del mare, delle passeggiate, della storia e del buon cibo. Partite con noi alla scoperta di questa perla del Mediterraneo!

Un tuffo nella storia con un viaggio a Malta

Tutti noi siamo inciampati negli stereotipi che avvolgono Malta: meta ideale per studenti in cerca di corsi d’inglese o per gruppi di amici alla ricerca di una vacanza a basso costo, dove la cultura e la storia lasciano il posto alla movida. Ritrovarla dopo anni ribalta questo pensiero, ti fa cambiare idea, te la fa amare.

L’isola che fu dei celebri Cavalieri si è rifatta il trucco ed è pronta a stupire. È uno scenario perfetto per gli amanti del trekking, del mare, della natura, della storia, della cultura e del buon cibo.

Allacci le cinture di sicurezza e in un attimo ci sei. Due ore da Milano, una da Roma. Appena passata la Sicilia, inizi a scorgere Malta dall’alto, preparandoti a ciò che di splendido ti attende una volta a terra. Uno sguardo dal finestrino ed eccole lì, le tre isole dell’arcipelago, tanto vicine, tanto diverse e uniche.
Malta, la più grande, dal passato importante, dal presente in continua evoluzione, dall’aspetto brullo e sassoso, di grande fascino; Gozo, una perla nel Mediterraneo, che risplende di genuino verde; e la piccola Comino, casa per pochi intimi e ottima meta per una gita in giornata, alla scoperta delle bellezze marine e dell’imperdibile Blue Lagoon.

Un viaggio a Malta offre tanto. Un vero ventaglio di possibilità tra cui scegliere, e l’occasione per pianificare una vacanza vivace, mai monotona o banale. Città dal grande fascino, natura mozzafiato, mare cristallino, un clima mite e ventilato, il tutto a pochi passi passi da casa.

Città e villaggi, tra passato e presente

Il primo posto spetta alla capitale, La Valletta. Città calda e accogliente con i suoi edifici color ocra, e le logge colorate che animano le facciate dei palazzi antichi. In questa città che è una continua sorpresa, si sale e si scende tra le strette stradine che si aprono in piazze brulicanti e in giardini che regalano un’incantevole vista sui dintorni e sul grande porto commerciale.
Si sente vivo il passato della città, fondata dai Cavalieri di Malta che trovarono il loro quartier generale nella Concattedrale di San Giovanni, ancora oggi testimonianza della grandiosità dell’ordine e meta immancabile per noi italiani, tanto legati al Caravaggio che proprio qui ha lasciato alcune delle sue opere più importanti. Il presente dialoga efficacemente con il passato: splendido è anche il progetto di Renzo Piano per il City Gate, la porta di ingresso alla città, e per il nuovo Parlamento. 

Dalla capitale di oggi, a quella di ieri: Mdina, circondata dalle sue imponenti mura. È proprio qui che si respira ancora oggi la grandezza della storia di Malta. Immancabile una passeggiata tra le stradine e i palazzi storici, che ti porta a raggiungere le mura da cui si gode di una vista mozzafiato. Esci poi dalle mura e perditi nella colorata Rabat.

L’isola di Gozo non è da meno. Anche Victoria, l’antica Rabat, è preziosa testimonianza di un passato glorioso. La Cittadella, in posizione strategica rialzata, perfetta per la difesa dall’attacco nemico, è un ottimo punto di osservazione su tutto il territorio circostante, verdissimo e rigoglioso.

Non solo grandi città, ma anche piccoli e colorati villaggi lungo le coste delle isole. Marsascala e Marsaxlokk sul versante orientale dell’isola di Malta, profumano di quotidianità autentica, ancorata alle credenze e alle abitudini di una volta.

I templi dei giganti del passato

La storia delle isole vi lascerà senza parole. Impossibile immaginare, prima di trovarcisi di fronte, che alcuni reperti risalgano addirittura a epoche antecedenti l’era del grande Egitto.

Là c’erano le piramidi, qui Mnjdra e Hagar Qim sull’isola di Malta, Ggantija su quella di Gozo: templi megalitici costruiti, si dice, da giganti, e oggi Patrimonio dell’UNESCO.Mdina

E poi a Malta c’è Tarxien: importante complesso risalente all’età del bronzo dove è stata ritrovata una colossale statua femminile. Ossa animali e umane sono state rivenute, invece, nella caverna Oscura di Ghar Dalam, databile circa 7400 anni fa.

L’accoglienza dei maltesi e la buona cucina

Il popolo maltese vi conquisterà, non c’è dubbio. Accoglienti, vivaci, legati al passato ma curiosi di questo presente che sta aprendo loro le strade verso un interessante futuro. 

Il passato vive nelle tradizioni, soprattutto in quelle religiose. I maltesi sono molto legati al culto, in particolare a quello cattolico. Visitare le isole dell’arcipelago di Malta in coincidenza con una delle feste religiose è una vera fortuna: vivrai l’intensità delle manifestazioni. A Pasqua partecipa a una delle tante via crucis e raggiungi un punto panoramico per ammirare le colorate bandiere che costellano le cittadine, esposte sopra i tetti delle case in segno di festa.

Sono tutte occasioni che uniscono persone dalle radici più disparate. I maltesi sono discendenti di arabi, italiani, inglesi, per citarne alcuni. Un mix che si rispecchia anche nella loro lingua, ufficiale solo dal 1934, in cui si risentono tutti i popoli che sono passati di qui durante i secoli.

Pastizzi

Pastizzi

La ricchezza della cultura maltese si ritrova anche a tavola. I piatti tipici nascono in diverse parti del mondo e arrivano poi qui: dalla zuppa di pesce al coniglio con pomodori e patate, passando per gli amatissimi formaggi di capra. Il simbolo della tradizione culinaria locale rimane senza dubbio il pastizzo: una sfoglia salata con formaggio o piselli, street food nostrano da gustare passeggiando alla scoperta delle meraviglie di questo affascinante angolo di mondo.

Al rientro da un viaggio a Malta potrete mettere in valigia dei meravigliosi ricordi, lo stupore di aver incontrato una terra tanto vicina quanto poco conosciuta, che con il suo calore vi avrà sicuramente conquistati. Se non vedi l’ora di partire scopri tutti le nostre partenze, e magari potrei esserci proprio io ad accompagnarti in un viaggio di gruppo!

 

Lascia un commento