Viaggio in Norvegia: da non perdere tra Oslo e i fiordi

Casette di legno, un lungomare placido, e i fiordi intorno. Un sogno chiamato Norvegia!
In questo Paese ho visto uno dei paesaggi più rasserenanti del mondo, quello che mi aspettavo: piccoli edifici colorati illuminati da una luce incredibile, in un silenzio da favola, immersa nel suono delle onde sulla costa.

Un viaggio in Norvegia tra i fiordi è quello che vi ci vuole se avete voglia di esplorare immersi nella natura e nella quiete di un paesaggio strabiliante.

Suggerimenti per un itinerario di viaggio in Norvegia, tra Oslo e i fiordi

L’itinerario che vi suggerisco parte da Oslo, la capitale: una volta arrivati in città, perché non iniziare subito con una passeggiata verso il porto di Aker Brygge? Quest’area una volta ospitava cantieri navali e oggi è un mix di architettura moderna e tradizione, un punto di incontro molto amato dai norvegesi.
Dedicate il vostro secondo giorno in Norvegia ad una visita più approfondita di Oslo, magari in compagnia di una guida del posto. Addentratevi nel cuore di questa città così estesa e ariosa, scoprendone i grandi parchi e i monumenti più conosciuti. Tappa imprescindibile il Parco di Vigeland, uno dei polmoni verdi della città, molto amato dai cittadini: sapevate che ci sono circa 200 sculture tematiche dell’artista Gustav Vigeland si susseguono lungo il suo sentiero principale?

Norway in a nutshell – un’escursione da non perdere in Norvegia

Ciao ciao Oslo: per il terzo giorno ti suggerisco di partire con il famoso tour “Norway in a Nutshell”! Questa escursione permette di attraversare la Norvegia da est a ovest in treno, barca e bus, fino ad arrivare all’Hardangervidda, il più grande altopiano dell’Europa settentrionale. La prima tratta in treno ci conduce a Myrdal dopo 4 ore e mezzo di viaggio nella natura, mentre la seconda, più breve, vi porta nella magia delle montagne, nell’isolato villaggio di Vatnahalsen.

Da Flam a Bergen

Al risveglio, se il meteo vi assiste, via a piedi verso la stazione Berekvam, passeggiando tra cascate e boschi. Arrivati in stazione si riparte, destinazione Aurlandsfjord: con il trenino panoramico Flamsbana attraverserete 20 tunnel, pendii scoscesi e paesaggi da fiaba, fino a tornare giù al livello del mare, nel villaggio marittimo di Flam. Una volta arrivati qui, tutti a bordo del battello che ci conduce nello stretto Nærøyfjord. Il percorso procede in bus e infine un ultimo treno che vi porta nella capitale dei fiordi, Bergen! Questa pittoresca cittadina (la seconda più grande della Norvegia) offre un paesaggio da cartolina, incastonata com’è tra montagna e mare. Non la scorderete facilmente!

Cosa vedere a Bergen

Il giorno successivo esplorala, meglio ancora se con una guida locale, per scoprire da vicino com’è la vita in questo borgo così caratteristico. Bergen è una città che risale all’era vichinga ma che oggi pullula di studenti ed eventi artistici e culturali. Nella nostra passeggiata scopriremo la storia di questa città anseatica, visitando tra le altre cose anche il mercato del pesce, la città vecchia e il Palazzo Reale.

Stavanger

Per raggiungere Stavanger da Bergen ti consiglio di salire a bordo di un battello e trascorrere 7 ore in navigazione tra i meravigliosi fiordi norvegesi, capaci di incantarti lungo il tragitto. Capitale europea della cultura nel 2008,  oggi è una città universitaria dal respiro internazionale – capitale europea dell’energia e del petrolio (per i giacimenti della zona), che ha attratto nel tempo lavoratori da tutto il mondo. Un giro nel piccolo centro mostra antichi edifici in legno e svariati musei.
Per la mattina seguente che ne dici di immergerti di nuovo nella natura? È il momento di ammirare il massiccio Preikestolen, una maestosa falesia a strapiombo sul mare che forse avrete già notato nel film Mission Impossibile. Tranquilli, non dovrete scalarla 😉 I più coraggiosi potranno salire fino in cima con un percorso di due ore che sfida le vertigini, mentre chi come me ha paura dell’altezza può comunque godersi l’imponenza di questo spettacolo della natura con una comoda crociera nel fiordo! Cosa preferite?
Dopo aver scoperto quello che è uno dei fiordi più spettacolari della Norvegia, salutiamo anche Stavanger.

Flekkefjord, faro di Lindenes e Kristansand

Dopo una bella colazione ti suggerisco di dirigerti verso sud, per visitare il borgo costiero di Flekkefjord, il famosissimo faro di Lindenes e infine Kristiansand, la città più a sud di tutto il Paese, dove i locali amano godersi la natura e l’aria aperta.
Dopo aver passato la notte qui, si può risalire lentamente verso Oslo, lungo la costa. Meglio avere un po’ di tempo per fermarsi spesso nei paesini costieri che si susseguono lungo la strada – come Lillesand, Grimstad e Arendal – dove la vita scorre lenta e l’aria di mare si respira anche tra le casette bianche toccate dalla salsedine. Vi verrà voglia di rimanere qui, soprattutto dormendo a Sandefjord, dove vedrete scorci graziosi e ammirerete il panorama costiero costellato di isolette.

Con queste tappe sarete pronti a tornare in Italia, anche se con un po’ di nostalgia per questo paese splendido, dopo un’avventura indimenticabile nella magia dei fiordi norvegesi!

Se stai pensando a un viaggio in Norvegia Zeppelin propone proprio un itinerario come il mio in gruppo, oppure puoi anche guardare le tante proposte di viaggio individuali, tra fiordi, isole Lofoten e cittadine da non perdere. C’è anche una vacanza in bicicletta nel fiordo di Oslo per i più sportivi!

Lascia un commento